Alice nel paese del 21° secolo

SINOSSI

Ritorna il celebre personaggio nato dalla penna di Lewis Carroll, e reso ancor più noto dalla trasposizione cinematografica targata Disney. In questa nuova versione, è il diciottesimo compleanno di Alice. Alice è cambiata, non è più la bambina spensierata della favola, ora è una ragazza sofisticata, che passa intere giornate davanti al suo tablet, tra Facebook, Twitter e applicazioni varie. La mamma non sa più cosa fare per farla staccare dai social network, ma in suo aiuto interviene direttamente dal mondo delle favole il Bianconiglio. Con un pizzico di magia, il Bianconiglio permette ad Alice di viaggiare con lui attraverso i diversi mondi Disney (tra i quali il paese dei Balocchi di Pinocchio, l’Isola che non c’è di Peter Pan e l’intriganti Notti D’Oriente di Aladdin), trasformati in moderne applicazioni scaricabili sul tablet. Inizia così il viaggio di Alice alla ricerca della sua fantasia perduta, un viaggio indimenticabile grazie alle numerose canzoni tratte dai film d’animazione Disney e dai musical più famosi. Alice nel paese del 21° secolo è un ‘opera dedicata soprattutto agli spettatori delle scuole materne, elementari e medie. I bambini di oggi sono i più esposti alle tematiche affrontate in questo musical, essendo i cosiddetti nativi digitali, abituati già in tenerissima età ad avere tra le mani oggetti come gli smartphone o i tablet, oggetti con grandi potenzialità, che proprio in virtù delle loro proprietà devono essere accuratamente introdotti nell’educazione dei più piccoli, che nel 21° secolo, sempre più spesso, sono esposti al problema dell’Internet Addiction. Un ulteriore obiettivo è quello di sensibilizzare le nuove generazioni all’uso intelligente della nuova tecnologia senza dimenticarsi che è la fantasia che ha iniziato ciò che oggi chiamiamo futuro!

La creatività è la chiave di tutto!

Gallery